VOLTAIRE dal DIZIONARIO FILOSOFICO (RIZZOLI)

Pubblicato il da Lorenzo Pontiggia il poeta Mary Lory

VOLTAIRE dal DIZIONARIO FILOSOFICO (RIZZOLI)
-DEL CONFRONTO COSÌ SPESSO FRA L'ATEISMO E L'IDOLATRIA.-

 

SEZIONE PRIMA
< Alla porta di una casa ci sono due portinai; viene chiesto loro: “Si può parlare al vostro padrone?” “Non c'è” risponde l'uno. “C'è” risponde l'altro “ma è occupato a fare monete false, falsi contratti, pugnali e veleni, per perdere coloro che non hanno fatto altro che realizzare i suoi disegni”.                    L'ateo è simile al primo di questi portinai, il pagano al secondo. È chiaro dunque che il pagano offende la Divinità più gravemente di quanto non faccia l'ateo>.                                                           Ai popoli del tutto selvaggi, non è possibile considerarli né fra gli atei né fra i teisti...                              Qualcuno potrebbe insistere e dire: Vivono in società e sono senza Dio: dunque si può vivere in società senza religione.

SEZIONE II
DEGLI ATEI MODERNI, RAGIONI ADDOTTE DAGLI ADORATORI DI DIO                                                
Noi siamo esseri intelligenti; quando vediamo una bella macchina, diciamo che c'è un buon costruttore e che tale costruttore possiede un intelletto eccellente.                                                               Il moto degli astri, quello della nostra piccola terra attorno al sole, tutto a luogo in virtù delle leggi della matematica più profonda.                                                                                                                      Platone chiama Dio il geometra eterno.

RAGIONE DEGLI ATEI
-La combinazione di quest'universo era possibile, dal momento che esiste: era possibile, dal movimento che esiste, il quale è il tutto vincente... - 

 Usando il cervello(Riflente=Movimento) l'uomo a priori può creare l'Umanità.

-L'ateismo è il vizio di pochi individui intelligenti e la superstizione è il vizio degli sciocchi; ma i bricconi che cosa sono? Dei bricconi. -


Ateo = negare l'esistenza di dio.
Agnostico = Chi non assume una posizione definita rispetto ad argomenti particolari, di cui non si cura di conoscere e intendere la realtà, e non assume una posizione politica definita rispetto ad argomenti etico-religiosi... 

Lorenzo Pontiggia                                                                                                                                                        l

Con tag Filosofia

Commenta il post