Scritto nel 2000: la GLOBALIZZAZIONE una bolla di sapone di chi comanda e vendeva e vende carta straccia dove c'è anche lo zampino che fa peso dello IOR

Pubblicato il da Lorenzo Pontiggia il poeta Mary Lory

 

Scritto nel 2000: la GLOBALIZZAZIONE una bolla di sapone di chi comanda e vendeva e vende carta straccia dove c'è anche lo zampino che fa peso dello IOR...                                                                                                                                                    Fenomeno culturale, edonismo, consumismo e mancanza d’ideali?
Trasformismo del negativo in positivo, nome nuovo di quale etica?
Parola nuova per una più sottile emarginazione?
Cammino positivo della propria identità all’innesto nella società dei
cittadini?                                                                                                                                                                                                         Il pericolo della Globalizzazione è che in nome dei senza volto, gente prezzolata, accomodata sugli scranni del potere, che fa solo politichese.
Noi, che avvertiamo detto pericolo, dobbiamo cominciare a darci maggior responsabilità da laici, cominciando a difendere i principi Democratici e donarli ai cittadini.                                                                                                                                            Noi, consigliamo che le istituzioni debbono esserci perché non si può progredire senza ordine, ma essere gestite da cittadini, scelti tramite i Test Attitudinali per vocazione a servire il Prossimo, dagli attuali quanti si salvano?!                                          Noi, notiamo che ”oggi” i politici sono professionisti del ”voltagabbana” e che in nome dei “senza faccia” usano solo la speculazione per le proprie tasche, e imperterriti continuano a creare il debito pubblico, dando la colpa sempre agli altri. Poi si trincerano dietro ideologie e fondamentalismi, presentando programmi solo a parole!                                                               Noi, non dobbiamo dialogare con la violenza dei prepotenti, ma usare la Riflente, la logica dell’etica che ognuno possiede: Onestà, Capacità e Buonsenso nel servire con vocazione il tessuto sociale, di cui ogni cittadino è uno e vale uno ed è parte integrante della sfera...                                                                                                                                                                   Noi avvisiamo che nella scuola chi insegna origina danni irreparabili, nel promuovere passività, falsa verità per mancanza di Riflessione-Mente= RIFLENTE, d'accettare la Globalizzazione a scatola chiusa (com'è avvenuta).                                              La Storia della Repubblica è nata per merito di gente come De Gasperi, A. Moro, Bachelett, Falcone Borsellino, Ambrosoli e tanti altri e, anche persone semplici, capaci nel essere presenza positiva in ogni dove; e non da gente collusa che si spaccia a salvatore della patria.                                                                                                                                                                         lorenzo pontiggia il Poeta

 

Con tag Politica

Commenta il post