< La Verità non fa Male, il Male fa il male…>

Pubblicato il da Lorenzo Pontiggia il poeta Mary Lory

< La Verità non fa Male, il Male fa il male…>
 
 Parto con Ivana alle 14,40, il centro di Milano è intasato, per riuscire a trovare un posteggio impiego circa mezzora, arrivo in libreria RIZZOLI alle 16,15.
L’incontro poetico, avviene al terrazzo del primo piano, persone presenti circa 40, di tutte l’età…
- I poeti con la lettura si sottoporranno al voto insindacabile della giuria, che sarà formata da Emiliano Cesari, rappresentante della libreria Rizzoli, Alberto Figliolia, giornalista de Il Giorno e autore, e Andros, scrittore e scultore.
La casa editrice Albalibri pubblicherà gratuitamente, nell’ambito della sua collana di poesia I poeti sommersi, un’antologia contenente le poesie dei 50 finalisti.-

Alberto Figliolia è l’anfitrione della situazione ed anche poeta di 15 libretti, ma come parla e visto da un libretto presente in terrazza non possiede il quid poetico!
Riporto una sua poesia:
- Fuori della porta c’è scritto
commendatore,
avvocato, ragioniere…
mai Signore-


Sono il quarto a leggere in ordine le tre poesie spedite, mi presento come Poeta Naiif, aggiungo è quarant’anni che scrivo poesie, conosciuto in Internet:

 

Sera della nevicata
del 27/01/06

 

La Contessa Bianca
ha trasformato in Castello
il suo habitat…

Ponti levatoi alzati
pennacchi sparsi,
dove la luce
crea fantasmi.
Fan rumore le ferite
si diverte la Signora…

Vicino al camino
aspettiamo la Contessa,
che la smetta di giocare!
Per ristabilire l’ordine in contea
cominciando a far la conta
tirando le somme da sborsare…


La Donna del mare

 

Avvolta dall'azzurro cielo
sugli scogli controvento
spicca la fulgida silhouette
di pietra di luna
sfidando tempeste...

La chioma
danza sull'argenteo mare
gli occhi son Stelle marine
lo sguardo spazia
nell'abisso cielo mare
al ricordo dell'Amore
che nei giorni di corallo
cavalcava le onde...

Il mare
nel suo Eterno Vivere
prende e da...
Lei nella sua Fierezza
bacia la Perla
che brilla nell'infinito Oceano...


Mio Unico AMORE

 

Sono nell'impossibilità d'aiutarti
la Speranza è l'unica via...
Il tuo dolore è il Silenzio
il mio è il Sorriso...
Ci regaliamo attimi di Vita
ricordando il Sì
parlando d'Amore...

La Fede
coscienziosamente ci prepara
all'inevitabile disfacimento
della bellezza...
Sorridendo allontano le parole ronzanti
dicendoti t'AMO come la prima volta...

I tuoi occhi velati
reattivi insegnano a Vivere
in un cantico ETERNO...


All'appello mancano tre poeti e Figliolia, legge per loro…
Dalla lettura degli altri nove selezionati, dal mio punto di vista, solo un ingegnere di Milano, mi sembra interessante…

La giuria, non si è appartata, dai movimenti si capisce che per la prima volta leggono i nostri scritti; all'anfitrione è facile imporre il suo parere:
prende parola, comunica la vincitrice della deca, la poetessa Podda, assente.
Invita il pubblico ad essere presente il 17 Giugno, per la finale del concorso.
In sostanza in un ora tutto è finito!
Non ricordando le poesie, chiedo in modo secco ad Alberto, essendo io Naiif, desideroso d’apprendere, di rileggerle e motivare la scelta…
Alla mia sollecitazione decisa acconsente, mette la massima concentrazione nella rilettura, poi spiega i criteri: tutte le tre poesie contengono metafore e contrasti insoliti…
Dandomi soddisfazione, non posso che accettare il verdetto giusto o sbagliato…

 
Il responsabile della casa editrice Albalibri, oltre che tirare un sospiro, aggiunge: -Riconoscere è da Poeta!- Aggiunge: - Pessoa non ha vinto nessun premio…-

Spero che i presenti, dato che anno applaudito con calore la mia poesia, abbiano apprezzato anche il mio intervento.

 

Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
14/05/06


La CULTUROPOLI

Amici,
la realtà della nostra cultura è in mano a faccendieri capaci di vendersi, ma non di far rinascere i veri valori della cultura italiana…
Ieri sera ho sentito un filosofo, preside di scuola, parlare della comunicazione negativa,
per spiegarla: un panegirico di parole inutili, solo in ultimo ha presentato il Parisarca, colui che dice in faccia la Verità!
Il non parlar chiaro è demagogia, gattopardismo, politichese…, la nullità dell’infelice che sfrutta l’ignoranza di chi casca nelle sue parole nel sentirsi felice…

 
- La Verità non fa male, il male fa il male!-
I Poeti sono i cantori di Verità! Se in loro non c’è ricerca di Verità non possono definirsi Poeti!
Ungaretti, il più grande Poeta Italiano del Novecento ha il merito d’aver sintetizzato la sua profonda Poesia in poche parole, esempio: Mattino – M’illumino d’immenso – inciso su un bossolo per mancanza di carta sul fronte 1915/18.
Il Poeta Maestro di sintesi comprensibile, inconsciamente diede il là al ermetismo di pseudi poeti che lo innalzarono a padre della nuova corrente, la quale prese piede ed ora dettano legge in campo culturale.
L’ermetismo è un gioco di parole non comprensibili, che non accendono la lampadina di chi legge!
Chi fa poesia ermetica non coglie dal suo orto, è mancante d’Anima, d’allontanare il lettore…
Cosicché la Culturopoli comanda e avanza come la piovra…
Se non la si mette al bando, la Poesia sarà allo sbando!
La Cultura per antonomasia, dovrebbe essere sopra le parti per indicare il progresso, diversamente è la responsabile del disfacimento a 360° della Società!
Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
26/05/06

 

- WWW.ALBALIBRI.COM
IL POETA
Nel nostro viaggio editoriale ci capita di conoscere tanti poeti, bravi e meno bravi, conosciuti e meno conosciuti. Sempre più spesso, ci imbattiamo in alcuni poco gradevoli e molto frequenti comportamenti, tipici di una certa tipologia di poeta. A questa tipologia, dura a morire, di poeta carente di umiltà dedichiamo questi semplici versi, che, a dire il vero, si potrebbero applicare a molti di quelli che scrivono in generale.
Ignoti o famosi che siano.
Non ci illudiamo che possano servire a cambiare i loro atteggiamenti, ma li pubblichiamo ugualmente per ricordare, a noi stessi e a chiunque li leggerà, come NON dovrebbe essere un poeta...
Sperando di non cadere mai nella trappola dell'autoesaltazione.

Il poeta

Il poeta è rosso in viso,
il poeta è roso e inviso.
Il poeta è in prima fila,
ma nessuno se lo fila.
Il poeta, ora lo spiego,
è borioso e tutto ego.
Il poeta altro non legge
che i suoi scritti, che son legge.
Il poeta; come si ama!
Non scorreggia: lui declama.
Il poeta si corteggia,
nei suoi sogni lui primeggia.
Il poeta lo si annuncia;
solo lui, il resto mancia.
È il poeta: guarda e impara,
la superbia quanto è amara!

Andros -

 

L'articolo è diretto alla mia persona...
rispondo:

Piangere o ridere…
Ho appena vergato l’articolo CULTUROPOLI, ho guardato ALBALIBRI… constatando che il mio scritto è centrato…
Ma la Verità per la pseudo cultura fa male, da mettermi all'angolo degli "asini" o in vetrina!
Piangere per la pochezza dell’amata cultura o ridere dell’ignoranza?
Piango per i polli che si credono capponi!
Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory

 

-AL POETA marylory

- Soprattutto, hanno accolto i suggerimenti che trovo nella prefazione del libro: - Per qualcuno potrebbe essere l’inizio di una carriera di poeta, per essere poeta non servono né targhe, né premi, né diplomi.
È la nostra prima antologia, e da inesperti abbiamo fatto degli errori.
Fissando il numero di cinquanta finalisti, per esempio. Quando fissi un numero devi rispettarlo e per rispettarlo siamo stati costretti a non essere drastici nella scelta della qualità.
Portare gli autori in un luogo d’incontro, a tu per tu con la giuria, è stato rischioso: qualche autore se l’è presa male per non essere arrivato in finale, ma sono stati in pochi.
Tutto sommato è un buon libro, fatto con vere poesie di veri poeti.
Ringrazio tutti i partecipanti e anche quei pochi, non selezionati come vincitori del loro turno, che sono rimasti scontenti.
Grazie a loro, infatti, cambieremo la formula del nostro prossimo concorso; a scegliere il migliore saranno gli stessi poeti, non più una giuria, votando democraticamente.
Clirim Muca –

 

Rispondo:
La Poesia è Saggezza, per antonomasia è VERITÀ, la VERITÀ’ non fa Male, il male fa il male…
Riconoscere è POESIA, e AMORE alla VERITÀ…
Ringrazio Clirim Muca, augurandogli prosperità alla sua casa editrice

 

Notte bianca a Milano
Sabato, 24/06
Di pomeriggio con la mia Musa MarYva decidiamo di partire di sera sul tardi per Milano e di sfruttare la Notte Bianca, per acquistare in libreria Rizzoli il libro di Albalibri, presentato la scorsa settimana: “Poeti in Galleria sommersi e metropolitani”, a cui ho partecipato.
Alle 20,30, il cielo s’è rannuvolato, sfogandosi verso Milano; d’allontanare almeno per un giorno l’afa…
La grande folla che si temeva, il temporale, l’aveva allontanata, in Piazza DUOMO c’era gente ma non la ressa.
Da un grande palco la banda suonava, ma l’acustica faceva pena…
Ritirato il libro ci spostiamo in zona Brera, al bar Jamaica, seduti ad un tavolino, leggendolo non solo non m’hanno bannato per averli criticati, anche in Internet.
Così dopo più di quarantanni che scrivo poesie ( a parte i dieci libri da me pubblicati), ed essere stato l’unico poeta chiamato dalla TV di Saxa Rubra, il 10 Febbraio 2005, per la commemorazione
dell’Esodo Istriano (Foibe) in diretta con il Regista del “Cuore nel pozzo” Alberto Negrin. -Senza nessuna raccomandazione!-


Per la prima volta, compaio in un antologia di poeti…
Bacio la mia Musa e guardiamo la strada per il Parnaso…

Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
25/06/06


 

Con tag Poesia

Commenta il post